Attività elementare sull’uso delle preposizioni articolate

Dopo una breve ripetizione degli articoli determinativi, in una classe di livello A2, in seguito ad una domanda sulla differenza tra le preposizioni da e di, si è proposta un’attività induttiva per fare comprendere l’uso delle preposizioni articolate, in questo caso di.

Per distinguere l’uso delle preposizioni semplici e di quelle articolate sono stati forniti prima alcuni esempi:

la borsa di Anna

la borsa dell’insegnante

la borsa della mia amica

Dopo avere evidenziato come avviene il passaggio dalla preposizione semplice a quella articolata si è proposto agli studenti di associare agli articoli nomi che già conoscevano, e in seguito di fare esempi con altri nomi, suggeriti dagli stessi studenti. Quando gli studenti avevano in mente una parola per fare un esempio ma non la conoscevano in italiano potevano domandare all’insegnante.  In questo modo, facendo associazioni tra parole nuove e i nomi già acquisiti nel vocabolario personale, sono state create dagli studenti le seguenti associazioni:

il cane                                                                    ___ collare _____ cane

la ____________                                                  ___ uomo _____ palestra

l’ ____________                                                   ___ telefono _____ amico

lo ____________                                                 ___ barattolo _____zucchero

i ____________                                                   ___ genitori _____ bambini

le ­____________                                                ___ piastrelle _____ piscine

gli ____________                                               ___ piatto _____ spaghetti

Francesca Gulli

Annunci

Il passato prossimo

1

 

Il Passato Prossimo è uno dei tempi del modo indicativo più usato, per esprimere il passato.  

Il Passato prossimo si forma con il:

 

PRESENTE DI ESSERE O AVERE + IL PARTICIPIO PASSATO

 

In genere il participio passato dei verbi regolari delle tre coniugazioni si forma in questo modo:

VERBI IN – ARE

PARLARE

–          ATO

PARLATO

VERBI IN – ERE

CREDERE

–          UTO

CREDUTO

VERBI IN – IRE

PARTIRE

–          ITO

PARTITO

Molti verbi hanno un participio passato che non segue la regola generale.

Ecco i verbi più comuni:

Accendere Acceso
Aprire Aperto
Bere Bevuto
Chiedere Chiesto
Chiudere Chiuso
Cuocere Cotto
Dire Detto
Essere Stato
Fare Fatto
Leggere Letto
Mettere Messo
Mordere Morso
Morire Morto
Nascere Nato
Offrire Offerto
Perdere Perso (perduto*)
Prendere Preso
Produrre Prodotto
Rimanere Rimasto
Rispondere Risposto
Rompere Rotto
Scegliere Scelto
Scendere Sceso
Scrivere Scritto
Soffrire Sofferto
Spendere Speso
Spegnere Spento
Stare Stato
Togliere Tolto
Vedere Visto (veduto*)
Venire Venuto
Vincere Vinto
Vivere Vissuto

*= forma meno usata.

2

AUSILIARE ESSERE O AVERE?

ESSERE

AVERE

I VERBI RIFLESSIVI

Pettinarsi; Divertirsi; Lavarsi; Alzarsi; Sedersi;

Incontrarsi; Vestirsi; Svegliarsi; Chiamarsi, ecc.

 

LA MAGGIORANZA DEI VERBI

VERBI DI MOVIMENTO

Andare; Venire; Partire; Tornare; Arrivare;

Entrare; Uscire; Salire; Scendere; Cadere.

 

 

 

 

 

Eccezioni:

Passeggiare; Camminare; Viaggiare; Guidare; Nuotare; Ballare, ecc.

 

VERBI CHE INDICANO STATO (luogo)

Essere; Stare; Rimanere; Restare.

 

 
VERBI CHE INDICANO CAMBIAMENTO DI STATO

Diventare; Nascere; Morire; Crescere; Ingrassare; Dimagrire

 

 
I SEGUENTI VERBI (soprattutto alla 3°persona sing.)

Piacere; Sembrare; Accadere; Succedere; Mancare; Interessare; Durare, ecc.

 

 
LE ECCEZIONI SONO NUMEROSE. È NECESSARIO IMPARARE CON L’USO E A MEMORIA

QUAL È L’AUSILIARE GIUSTO E, IN CASO DI DUBBIO, CONSULTARE IL DIZIONARIO.

 

ATTENZIONE:

Con l’ausiliare AVERE il participio passato NON cambia.

Es: Paolo ha mangiato una pizza buonissima.

Es: Maria ha mangiato una pizza buonissima.

Con l’ausiliare AVERE il participio passato cambia con genere e numero, quando il passato prossimo è preceduto dal pronome personale diretto:  lo, la, l’, li, le.

Es: Hai mangiato il pane? – Sì, l’ho mangiato.

Es: Hai mangiatola pizza? – Sì, l’ho mangiata.

Es: Hai mangiato i pomodori? – Sì, li ho mangiati.

Es: Hai mangiato le patate? – Sì, le ho mangiate.
Con l’ausiliare ESSERE cambia, concorda in genere e numero con il soggetto.

Es: Paolo è andato al cinema.                Paolo e Giorgio sono andati al cinema.

Es: Maria è andata al cinema.                Maria e Carla sono andate al cinema.

Quando usiamo il Passato Prossimo?

  • Si usa per indicare azioni avvenute in un periodo di tempo non ancora terminato:

Es: Questa mattina sono uscita di casa presto.

  • Si usa per esprimere un’azione terminata e avvenuta in un tempo anche lontano ma i cui effetti continuano nel presente:

Es: Ieri sera ho mangiato troppo e non sono riuscito a dormire tutta la notte.

  • Nell’Italiano orale, si usa per indicare qualsiasi azione passata in sostituzione del passato remoto:

Es: Sette anni fa sono stato in Argentina.

Rossella Li Volsi